Il programma

“tutto comincia e tutto finisce
con l’uomo più modesto,
e le imprese più grandi sono vane
se non lo riguardano almeno un po’”
Marc Augé

Questi sono pensieri, sogni e suggerimenti nati con la “Fabbrica del programma” (vedi), contributi che i cittadini hanno spontaneamente condiviso con me e la mia squadra.

mappa Il progetto per il paese del futuro vuole i cittadini come suo patrimonio principale; non dimentichiamoci una famosa citazione “tutto comincia e tutto finisce con l’uomo più modesto, e le imprese più grandi sono vane se non lo riguardano almeno un po’”.

Ho unito a sogni e desideri degli Spilambertesi la preparazione dei miei collaboratori, ognuno con competenze differenti nelle varie discipline; il tutto poi “soppesato” con le reali possibilità di attuazione, per non cadere nelle abitudini della vecchia politica di far promesse che poi non vengono mantenute.

I dieci punti del programma sono ciò che possiamo garantire con le nostre forze, il nostro impegno, e la vostra collaborazione; crediamo nella bellezza, vogliamo che si viva meglio. Riuscire in questo è una garanzia per ciò che lasciamo alle generazioni future e per farlo, sogno di tanti, ho bisogno di tutti Voi.

Il confronto delle primarie è bello e avvincente. La politica non è un affare di pochi è cosa pubblica, è servizio ed appartiene a tutti. Grazie, grazie davvero a tutti  per l’impegno civico che avete dedicato a questo progetto. Domenica 2 marzo avremo la possibilità di cominciare a cambiare il futuro, insieme.

 firma umbi ok


Portavoce delle idee

Candidato alle primarie di Sindaco per il Comune di Spilamberto

Premi sull'immagine per scaricare il programma

Premi sull’immagine per scaricare il programma oppure continua la lettura

  1. URBANISTICA ED EDILIZIA

  • Promuoveremo la riqualificazione dell’esistente con norme chiare e decise che promuovano il riutilizzo e la riconversione di ciò che esiste, trasformandolo in occasioni per avere edifici più sostenibili.

Per tutto il 2014:

    • Nei confronti di chi decide di riqualificare energeticamente gli edifici con i parametri previsti dalle detrazioni, su tutto il territorio comunale, verranno azzerate le spese comunali di istruzione della pratica.

    • Ai proprietari di immobili del Centro Storico che decideranno di ristrutturare anche con interventi in facciata, oltre all’azzeramento delle spese comunali di istruttoria della pratica, verrà attribuito uno sconto sugli oneri;

    • Per i capannoni industriali saranno previste agevolazioni sulle spese d’istruttoria delle pratiche edilizie comunali in caso di riqualificazione energetica ed estetica, così da renderli più moderni, efficienti ed attraenti visivamente.

  • Non consumeremo ulteriore suolo agricolo per la costruzione di nuovi edifici. Non costruiremo la strada ora prevista che devasterà le campagne e il quartiere di via Ghiarole, via Castellaro e via Ponte Marianna.

  • Nelle aree edificabili già approvate inderogabilmente dalle passate amministrazioni verificheremo che la nuova edificazione, alla quale è impossibile opporsi, sia di alta qualità e consona ai nuovi principi dell’abitare: efficiente dal punto di vista energetico, esteticamente moderna e piacevole, dotata di servizi commerciali di quartiere, verde e con prevalenza di percorsi ciclopedonali. Rivedremo i canoni estetici dei regolamenti comunali ormai obsoleti.

  • Incentiveremo esperienze di co-housing o di residenze di alta qualità energetica a prezzi contenuti. Miglioreremo i controlli sull’edilizia popolare , mettendo in rete il patrimonio residenziale popolare del comune con quello degli altri enti assistenziali.

  1. IL LAVORO

Zone artigianali

  • Cureremo l’arredo urbano, la pulizia e la fruibilità delle aree artigianali, rivedremo il sistema della tassazione sui rifiuti in modo che anche le aziende possano pagare in proporzione alla quantità effettivamente prodotta.

  • Miglioreremo il collegamento delle zone industriali alle infrastrutture viarie (in particolare con il casello autostradale a nord e lo svincolo della Pedemontana a sud). Potenzieremo le infrastrutture tecnologiche (connessioni internet più veloci anche grazie alla fibra ottica). Promuoveremo l’installazione di pannelli fotovoltaici sulle coperture dei capannoni grazie ad un gruppo d’acquisto coordinato dal Comune che coinvolga imprese e cittadini.

Lavoro giovanile, Piccolo Artigianato, co- working, Commercio

  • Favoriremo l’insediamento di piccole attività professionali, specialistiche e commerciali (come dentisti, tecnici, alimentari ed altri servizi) anche nelle zone residenziali.

  • Favoriremo nuove iniziative per chi non ha un lavoro, lo sta cercando o vuole crearlo costituendo spazi di lavoro condivisi: spazi di “co-working”.

  • Renderemo il Comune un polo attrattivo per gli investitori che vogliono scommettere sul nostro territorio, con attenzione speciale alla raccolta di finanziamenti europei.

Le eccellenze agroalimentari, l’agricoltura, i luoghi della promozione dei prodotti del territorio

  • Sosterremo le aziende agricole e i giovani agricoltori agevolando il recupero di edifici rurali secondo logiche lavorative legate alla loro originale natura, allargando il mercatino del biologico con il Km zero.

  • Ripenseremo la nostra fiera affinché sia di nuovo un’esposizione delle eccellenze del paese. Ci impegneremo inoltre alla tutela del mercatino dell’antiquariato studiando regole che lo possano fare sopravvivere.

  • Favoriremo la diffusione e la promozione delle eccellenze agroalimentari (come l’Aceto Balsamico) locali e delle aziende agrituristiche, con iniziative moderne, internazionali, efficaci dal punto di vista comunicativo ed in rete col resto dell’Unione, sostenendo la nascita del brand “Terre di Castelli”.

  1. IL BILANCIO COMUNALE

Il bilancio comunale

  • Apriremo gli uffici comunali anche il sabato mattina.

  • Ottimizzeremo la spesa comunale, con una revisione generale del bilancio ponendo la massima attenzione al bene della comunità. Ridurremo gli sprechi esistenti e abbatteremo le consulenze esterne.

  • Costruiremo una Giunta Comunale moderna e specializzata. Le deleghe di assessore saranno assegnate per meriti di competenza, organizzate in base alle attuali esigenze del territorio e degli spilambertesi e in riferimento al programma da attuare.

  • Sull’esempio della “Fabbrica del Programma” organizzeremo iniziative di partecipazione e pubblicheremo i dati in maniera comprensibile e trasparente. Diremo ai cittadini come vengono spesi i soldi.

  • Faremo un censimento di tutto il patrimonio comunale, distinguendo ciò che serve veramente alla comunità da ciò può essere dismesso, così da generare fondi per ristrutturare e rendere maggiormente fruibili i beni più utili e preziosi.

Assessorato ed Ufficio “Europa”: ricerca di bandi europei, statali e regionali

  • Dal 2014 partirà un nuovo ciclo di finanziamenti europei. Formeremo una squadra di persone competenti per la ricerca dei bandi, che sappiano svilupparli e portarli a termine a beneficio di tutto il territorio. Questo servizio sarà svolto anche in favore delle imprese e delle iniziative economiche, sociali e culturali locali e sarà gestito in coordinamento con l’Unione Terre di Castelli o altri comuni virtuosi.

  1. SPORT E ASSOCIAZIONISMO

Lo sport: riqualificazione dell’esistente, percorsi salute

  • Riqualificheremo le infrastrutture sportive esistenti: spogliatoi, superfici e impiantistica così da renderli più fruibili, con maggiore risparmio energetico e con minori costi di gestione per le associazioni. Valutaremo nuovi spazi sportivi per poter accogliere anche discipline sportive “minori”.

  • Doteremo di attrezzi ginnici i percorsi ciclabili esistenti e quelli che verranno, toglieremo le barriere architettoniche, creeremo percorsi salute che promuovano il jogging, il work-out e la vita all’aria aperta per tutte le fasce di età. Organizzaremo nei parchi pubblici spazi nuovi ed accessibili a tutti per lo svolgimento di ginnastica dolce, attività di rilassamento, arti marziali.

Le società sportive, la loro funzione sociale e i rapporti col mondo della scuola

  • Incentiveremo la collaborazione tra scuole e società sportive per aumentare l’offerta formativa sia durante l’orario di scuola sia nel pomeriggio. Premieremo le società che più si impegnano in campo educativo e nello sport sociale con sconti sulle tariffe delle strutture.

L’associazionismo, linfa vitale della vita sociale spilambertese

  • Aiuteremo le associazioni a trovare spazi più adatti per lo svolgimento delle loro iniziative e ne promuoveremo la collaborazione reciproca. Istituiremo il servizio civile comunale, ovvero daremo la possibilità a giovani spilambertesi trai 18 e 25 anni di svolgere per un anno attività di volontariato per il Comune o nelle associazioni presenti in cambio di voucher comunali.

  • Solo se troveremo finanziamenti necessari e la collaborazione delle associazioni in futuro potremo pensare a nuove strutture quali un’ulteriore palestra e un campo da calcio in sintetico.

  1. Ambiente risorsa comune

  • Abbandoneremo il sistema di raccolta con calotte e tessere perché inutile e troppo dispendioso. Rivedremo i contratti con le aziende fornitrici del servizio. Da subito promuoveremo campagne di comunicazione ed educazione efficaci e capillari per abbassare la quantità di rifiuti ed educare ad una buona raccolta differenziata.

  • Avvieremo un processo di riqualificazione degli spazi naturali vicini al fiume Panaro e agli altri corsi d’acqua per prevenire casi di dissesto idrogeologico.

  • Verificheremo rigorosamente che le regole di scavo, le compensazioni e i ripristini stabiliti dalle convenzioni già firmate ed ereditate dalle amministrazioni precedenti siano rispettati ed effettuati nel migliore dei modi. Ci impegniamo a non autorizzare ulteriori nuove escavazioni.

  • La salute e la tutela ambientale sono un punto fondamentale del programma, il Comune favorirà i controlli da parte degli enti preposti (come l’ARPA) e altre istituzioni regionali per sondare l’eventuale stato di inquinamento di aria, acqua e suolo.

  • Collaboreremo con i cittadini per avere parchi belli, frequentati e vivi, organizzeremo concorsi come “Il palio del parco più bello”. Creeremo orti urbani che potranno essere seguiti e sviluppati da chiunque ne faccia richiesta. Promuoveremo campagne di pulizia del paese sia mediante una revisione dei contratti con le aziende fornitrici, sia mediante l’impiego di lavori socialmente utili in collaborazione con i servizi sociali.

  • In futuro vaglieremo l’ipotesi di realizzare a Spilamberto un sistema di raccolta porta a porta , al momento attuale unico sistema in Italia ed in Europa che consenta di pagare in maniera puntuale per i rifiuti prodotti ed ottenere un raccolta di qualità. Porteremo Spilamberto nel gruppo dei Comuni Virtuosi d’Italia.

  1. sicurezza e decoro urbano

Sicurezza dei cittadini

  • Aumenteremo i controlli e la presenza della polizia municipale per le vie di Spilamberto, a San Vito, nelle aree artigianali e in quelle rurali più isolate, coordinandosi con l’Arma dei Carabinieri per prevenire furti e piccola criminalità.

  • In zone a rischio degrado si provvederà ad effettuare il controllo del territorio anche con l’ausilio di telecamere di sorveglianza.

  • Ristruttureremo il cimitero di Spilamberto

Un territorio decoroso e pulito è un territorio sicuro per i cittadini

  • Aumenteremo l’illuminazione pubblica introducendo progressivamente l’utilizzo dell’illuminazione a LED e dei sensori di movimento in modo da garantire un maggior risparmio e illuminare anche zone buie.

  • Gestiremo le segnalazioni di buche, malfunzionamenti di lampioni, rifiuti abbandonati ed episodi di degrado urbano attraverso un programma informatico ( attivabile anche su smartphone) che permetta l’inoltro e la verifica delle segnalazioni al Comune.

  • La criminalità organizzata straniera e italiana esiste, faremo del nostro meglio per contrastarla insieme alla magistratura e forze dell’ordine

  1. ciclabili e viabilità

Piano del traffico, nuova viabilità ciclabile e pedonale

  • Realizzeremo un sistema di mobilità sostenibile mediante un piano del traffico che riordini i percorsi carrabili, pedonali e ciclabili; verrà effettuata un’analisi dei flussi e si presterà attenzione a salvaguardare la salute e le relazioni tra i vari quartieri di Spilamberto e di San Vito.

  • Le piste ciclabili devono essere degne di tale nome: protette, segnalate, ampie. Costruiremo un vero reticolo ciclabile, elemento di unione tra i quartieri, i servizi, le zone naturali e i parchi cittadini. Realizzeremo il collegamento ciclopedonale naturale tra San Vito e la ciclabile Vignola – Modena all’altezza di Settecani seguendo il corso del Guerro.

  • Mediante la partecipazione a bandi e finanziamenti inerenti la sicurezza stradale faremo il possibile per realizzare un tunnel ciclopedonale nell’incrocio tra via Vignolese e Viale Italia, sull’esempio di quello realizzato al Rio Secco; realizzeremo così una grande ciclabile che dal Centro Sportivo possa proseguire su tutto Viale Italia fino al centro del paese.

Sicurezza stradale

  • Verificheremo che i camion non attraversino più il centro del paese. Si provvederà ad aumentare il controllo della sicurezza stradale. Tolleranza zero per chi occuperà i posti riservati ai disabili senza averne diritto.

  • Si farà una periodica manutenzione di strade e marciapiedi comunali, monitorandone lo stato anche attraverso moderni sistemi di raccolta segnalazioni e verifica del ripristino.

  • Metteremo in sicurezza gli incroci più pericolosi, in primo luogo l’attraversamento pedonale sulla provinciale per accedere al cimitero in via Ghiarole; si potenzierà la visibilità degli attraversamenti pedonali su via Vignolese e su via per Castelnuovo.

  1. scuola biblioteca e cultura

  • Sosterremo progetti di qualificazione scolastica con la collaborazione di aziende, associazioni e professionisti del territorio attraverso visite guidate e incontri in classe. Inoltre creeremo ulteriori occasioni di formazione per i nostri insegnanti per aiutarli nel loro servizio.

  • Per chi è in difficoltà garantiremo sostegno sia attraverso l’aiuto di educatori che dotazioni tecniche specifiche. In collaborazione con la scuola realizzeremo un punto di ascolto scolastico tra studenti, professori e psicologi.

  • Sull’esempio del Comune di Savignano introdurremo un progetto per il recupero di carta e plastica sia per fare educazione ambientale che per finanziare la scuola coi proventi della raccolta.

  • Come sindaco farò visita almeno ogni mese agli studenti delle scuole di modo che possano sin da piccoli avere l’esperienza di un Comune vicino e una comunità che “fa il tifo per loro”.

  • Daremo più spazio alle scuole elementari e medie realizzando le nuove classi delle scuole medie dove oggi c’è l’ASL. Collegheremo la scuola ai nuovi musei civici che saranno fruibili anche nell’orario scolastico per lezioni al museo. Continueremo a collaborare insieme alla scuola per la manutenzione più efficace dell’edificio.

  • Riqualificheremo il cortile delle scuole elementari riportando erba, piante e fiori dove oggi c’è la ghiaia. Sul lato opposto, la realizzazione di piazza Roncati e il recupero degli spogliatoi del vicino campo Bonetti renderanno fruibili nuovi spazi verdi per le ore di educazione fisica.

Biblioteca

  • Raddoppieremo gli orari di apertura delle biblioteca e razionalizzeremo gli spazi ricavando maggiori postazioni di studio. Il porticato d’ingresso diventerà un luogo più sicuro, decoroso e controllato.

  • Ci adopereremo perché in futuro la Biblioteca di Spilamberto possa essere ospitata in un’ala della Rocca e così comprendere anche il parco.

  1. Centro storico E ROCCA

Faremo rivivere il nostro centro storico.

  • Incentivi ristrutturazioni, sgravi imu a chi restaura la facciata (vedi punto 1 “urbanistica ed edilizia”)

  • Sposteremo il “Museo dell’Aceto Balsamico” e la sede della Consorteria dalla sede attuale di Villa Fabriani alla Rocca Rangoni dove sarà ospitato insieme alla futura Accedemia del Balsamico, luogo in cui da tutto il mondo verranno chef e studenti per imparare e diffondere la nostra arte culinaria.

  • Sul fronte Est riqualificheremo piazza Roma e spalancheremo il portone della Rocca che col suo parco diventerà un luogo aperto e vivibile per tutti gli spilambertesi. Apriremo subito il passaggio tra piazza Sassatelli (che verrà ristrutturata e ridisegnata) ed il centro. Uniremo così i due quartieri e ridaremo vita a Via Sant’Adriano ed a via San Giovanni.

  • Una volta liberata, la villa comunale Fabriani, insieme alla ex ASL completamente rinnovata, potrà ospitare i Musei Civici Archeologici Cittadini. Trasformeremo via Roncati in Piazza Roncati e il parco tra la villa e la scuola media potrà così diventare un’area per esperienze e laboratori nel campo dell’archeologia.

  • Nelle sale sotto al Torrione realizzeremo un caffé/enoteca di alta qualità aperto giorno e notte sull’esempio del “Caffé Concerto” di Modena

  • Vogliamo instaurare un dialogo con la Soprintendenza per l’ installazione nel Parco della Roccadi una struttura temporanea coperta per poter praticare sport; questa sarebbe un’ottima soluzione utilizzabile in gran parte dell’anno per sport come judo, pallavolo e ginnastica dolce. Inoltre nel parco ci si potrà finalmente sdraiare e giocare.

  • In futuro apriremo nell’ala sud un caffè o un punto di ristoro con accesso al giardino pensile perchè con la presenza anche della biblioteca, dei “luoghi del Balsamico”, del parco e dei suoi percorsi botanico-didattici, la Rocca possa diventare un luogo di incontro e di cultura.

  1. salute e benessere

A Spilamberto ci si ammalerà di meno: più educazione, prevenzione e primo soccorso

  • Come amministrazione ci faremo promotori di un programma di educazione alla salute e prevenzione in collaborazione con le scuole, le associazioni, l’università e i medici del territorio.

  • Costruiremo relazioni e collaboreremo maggiormente con i medici di base. In linea con il Piano Attuativo Locale della Sanità della Provincia di Modena si darà vita ad un “Polo Sanitario” per mettere a disposizione dei medici di base un poliambulatorio attrezzato con strumenti di prima diagnosi. In caso di emergenza si andrà direttamente verso la struttura specializzata o interverrà l’auto medica, senza inutili attese nel pronto soccorso o nelle corsie dell’ospedale.

  • Recupereremo anche parte dell’antico Ospedale di Spilamberto di santa Maria degli Angioli a funzione di luogo di prevenzione, divulgazione ed educazione ai corretti stili di vita.

  • Nel nuovo “Polo Sanitario” ci dovrà essere reperibilità medica 24 ore su 24 dei medici che quotidianamente ci conoscono a poter dare aiuto anche negli orari festivi e notturni in linea col principio di continuità terapeutica.

Gli anziani: risorsa che necessità di migliori servizi

  • I servizi assistenziali dovranno essere “a misura delle famiglie”, aumenteremo i servizi domiciliari . Estenderemo l’offerta del centro diurno aprendolo anche il sabato e la domenica.

  • Si darà grande sostegno al trasporto sanitario di chi deve recarsi a farse esami, visite, dialisi. In collaborazione con l’Unione Terre di Castelli e la Regione, lavoreremo per la creazione di un centro per malati di “Alzheimer” condiviso con i Comuni limitrofi.

2 commenti Add your own

  • 1. maria teresa cecconi  |  4 marzo, 2014 alle 11:35 pm

    di San Vito si parla poco… parcheggio della scuola elementare e ciclabile fra san vito e spilamberto sono solo 2 esempi.

    Rispondi
  • 2. giorgio zanoli  |  21 maggio, 2014 alle 1:11 pm

    Purtroppo non si parla nel suo programma della Sipe : tonnellate di eternit ( anche a 10 metri dalle abitazioni ) da smaltire , pure avendone parlato con varie persone ( Asl , Sindaco , ecc. ) nessuno si e’ mai fatto ne’ sentire , ne’ vedere .

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Subscribe to the comments via RSS Feed