La mia unica lobby sono gli spilambertesi

6 febbraio, 2014 at 8:20 pm Lascia un commento

 

DSC_0261

“Grandissimo successo di pubblico e di applausi per la presentazione del programma del candidato Sindaco al Comune di Spilamberto, Umberto Costantini.

Presso lo spazio eventi L. Famigli, più di 250 persone hanno gremito la sala e accettato l’invito del giovane candidato alle primarie del 2 marzo ad ascoltare la sua presentazione e soprattutto scoprire quali sono i punti fondamentali per cambiare il futuro di Spilamberto. Gremito anche il Kindergarten per i più piccoli, organizzato in modo da poter permettere ai genitori di ascoltare l’evento in tutta serenità, a testimonianza di quanto Umberto Costantini abbia a cuore il futuro di tutti.

Tra video autoprodotti, immagini e citazioni commoventi come il discorso  tratto dal film “I cento passi” in cui Peppino Impastato parla dell’importanza della bellezza, le parole del giovane candidato hanno scaldato il cuore degli spilambertesi presenti, soprattutto sulle tematiche che interessano la semplificazione della vita di tutti i giorni, ma ai quali purtroppo la politica non dà mai risposte: efficienza della macchina amministrativa e politica affidando a persone capaci i ruoli di comando, apertura degli uffici comunali nella giornata di sabato, ritrattazione di progetti e di contratti in scadenza con Hera s.p.a. non sempre  portati avanti nell’interesse della cittadinanza.

Altro tema di successo è stato sicuramente il proposto riscatto del centro storico di Spilamberto, con soluzioni urbanistiche, culturali, economiche e ricreative che restituiscano al salotto buono del paese l’importanza e la centralità che ha sempre avuto nei secoli passati: pedonalizzazione di via F. Roncati e Corso Umberto I, nuove idee per il Torrione e soprattutto un nuovo ruolo per Rocca, da bastione sempre chiuso a fulcro polifunzionale della cultura, dell’eccellenza enogastronomica e del nuovo corso improntato sulla socializzazione e il vivere bene e sano; principio quest’ultimo, su cui è stato costruito tutto programma per le primarie, grazie agli incontri con la cittadinanza stessa durante “La Fabbrica del Programma”, nei mesi di dicembre e gennaio ed aperti a tutti.

E ancora la viabilità sostenibile, con la definizione di un reticolo ciclabile e pedonale degno del suo nome e più capillare; un convinto dialogo con le istituzioni competenti per migliorare le infrastrutture della viabilità non concluse o ormai desuete coma la Vignolese ed il raccordo con la Pedemontana che ancora non serve la zona industriale Sud.

Il lavoro, capitolo di apertura dell’intero discorso, e non a caso, perché da esso deriva la costruzione del futuro di chiunque: interventi sostenibili per favorire le imprese esistenti, come il miglioramento delle infrastrutture stradali, energetiche, dell’arredo urbano; nuove iniziative per chi un lavoro non ce l’ha o lo sta cercando, o ancora meglio lo vuole costruire da nuovo: spazi per il co – working, rete di imprese e progetti, istituzione presso l’Unione Terre di Castelli di un ufficio “Europa” che passi al setaccio ogni bando europeo, statale e regionale, da usufruire sia come ente “Comune” per cercare finanziamenti finalizzati alla realizzazione dei progetti più ambiziosi,  sia da parte dei privati, informandoli sulle opportunità che possano aiutarli a sviluppare e far conoscere il loro lavoro, la loro impresa, piccola o grande che sia.

Poi il benessere, la salute, lo sport, la scuola, l’associazionismo, la biblioteca, il territorio ed il paesaggio, l’ambiente e l’agricoltura, temi vicini alla vita di tutti i cittadini  che, senza promesse elettorali irrealizzabili, si possono sviluppare con piccoli interventi che però necessitano grandi cambiamenti di mentalità e di direzione rispetto al passato e al presente.

“Cambiamo il futuro” è tutto questo, e ancora di più sarà detto e presentato nel prossimo mese attraverso i dibattiti, gli incontri, gli appuntamenti  che Umberto Costantini ha già programmato o programmerà: l’ascolto, il contatto con la gente, il metterci la faccia. Sempre.

La mia unica lobby sono gli Spilambertesi. Sarebbe anche ora che sia così, per il futuro Sindaco di Spilamberto.”

Grazie Fabrizio.

Eh sì, abbiamo lavorato insieme per mesi Centro Giovani e alla Rinascita di San Vito, in giro per piazze, strade e quartieri. Abbiamo raccolto istanze, proposte e idee. Le abbiamo elaborate fino a rendere sostenibili e fattibili e così facendo abbiamo costruito una visione della Spilamberto che verrà. Domenica è stata per me una grande emozione finalmente presentarvela assieme alle proposte con cui cambieremo il futuro di Spilamberto. (vedi il sommario)

Abbiamo poco più di tre settimane perché questa possa divenire realtà, per farlo dobbiamo dire a tutti i nostri amici, conoscenti e parenti che una Spilamberto migliore, bella viva e vitale è possibile e il primo passo per realizzarla sono le primarie del 2 marzo (vedi).

gazzetta

In questi giorni continua il confronto a viso aperto con tutti gli spilambertesi, mi trovate nei bar la mattina grazie al tour dei bar iniziato lunedì  (vedi il calendario) e la sera potete invitarmi tranquillamente a casa vostra. Fermatemi senza timore per strada, sono a vostra disposizione.

fsamigli

Non credo nei premi di consolazione, se vogliamo cambiare davvero, è tempo di osare: ora.

Grazie ancora per essermi a fianco in questa grande corsa, abbiamo 25 giorni davanti, usiamoli tutti. A Spilamberto #cambiamoilfuturo.

Un sorriso,
Umberto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria.

Il tour dei bar Fundraising, libertà e passione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

I buchi che si vedono nella foto sono quelli della parete sud del municipio. Hanno 73 anni furono opera di un blindato nazista e uccisero Giorgio Folloni 21 anni, partigiano. In mezzo ai segni della raffica ora c'è la finestra dell'ufficio del Sindaco. Oggi abbiamo ricordato la battaglia di Spilamberto del 22 Aprile 1945. Ragazzi che sognavano un mondo che non era, ma che anche grazie a loro è potuto essere. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato. Sono orgoglioso di indossare il tricolore per la nostra comunità. Un giorno toccherà a uno o una di voi. #spilamberto #resistenza #liberazione #anpi #alpini #banda #1945 #politica #comunità . . . Ph. @orifabrizio
Certo dobbiamo ancora finirlo, e lo inaugureremo ufficialmente a fine maggio, ma è troppo bello per non farci già giocare i bambini e così oggi abbiamo consegnato il nuovo giardino della scuola ai suoi nuovi custodi: gli alunni. Una volta era ghiaia, oggi erba e presto fiori. Un grande grazie a Silvia che l'ha progettato ascoltando i sogni degli alunni che già qualche anno fa hanno immaginato un luogo così per gli studenti di domani. Grazie alla scuola, al comitato genitori (anche oggi infaticabile, grazie!) ai tecnici e a tutti i consiglieri di Spilamberto che hanno deciso di stanziare le risorse per realizzare un sogno. L'avevamo promesso, tutti insieme lo abbiamo fatto. Anche così, con l'aiuto di ciascuno, Spilamberto diventa un posto un po' migliore. Grazie, che bene. . . 🌳🌼🌱🌿🌷🌻🌺🍀☘️🍃 . . . PS. Quando dicevo che avrei lasciato il fazzolettone per la fascia tricolore ecco, intendevo proprio una cosa del genere. Bagheera mode: on. :) . . #spilamberto #spilambertosostenibile #school #scuola #giardino #palloncini #sogni #politica
Iniziano gli eventi legati alla commemorazione del 25 Aprile. Ricordiamo una Spilamberto fatta di uomini e donne coraggiose che nella loggia di una casa colonica a San Vito, in un'ansa del Guerro, in via Santa Liberata, alla Corticella o sulla carreggiata di campagna in una calda sera in via Castellaro, risposero ad una legge più alta di quella in vigore allora. Mandrioli, Cavallotti, Franchini, Bianchini, Bonetti, Calanchi, Malagoli, Castagnini, Giugni e tanti altri. Perché non importa quanti anno hai e non in importa in che anni vivi: quando la Storia bussa, a te spetta la scelta. #resistenza #liberazione
Vinitaly mode on! Portando alta la bandiera delle nostre uve e dei nostri vini! Complimenti ai nostri produttori! 👍🏽🍷🍾🌳🍁#lambrusco #pignoletto #wine #vinitaly
E poi oggi pomeriggio siamo andati a camminare con il @fai per ritrovare le tracce di scavi archeologici che ci hanno riportato a 4000 anni fa (e a conoscere dei bellissimi vitellini dell'azienda agricola La Bontà).
Oggi a Spilamberto va così. Prenditi qualche minuto, chiama qualcuno a cui vuoi bene e vatti a sdraiare là in mezzo con lui o con lei. Quei "piscialetto" e quelle margherite sono lì per voi. 🌼