La mia unica lobby sono gli spilambertesi

6 febbraio, 2014 at 8:20 pm Lascia un commento

 

DSC_0261

“Grandissimo successo di pubblico e di applausi per la presentazione del programma del candidato Sindaco al Comune di Spilamberto, Umberto Costantini.

Presso lo spazio eventi L. Famigli, più di 250 persone hanno gremito la sala e accettato l’invito del giovane candidato alle primarie del 2 marzo ad ascoltare la sua presentazione e soprattutto scoprire quali sono i punti fondamentali per cambiare il futuro di Spilamberto. Gremito anche il Kindergarten per i più piccoli, organizzato in modo da poter permettere ai genitori di ascoltare l’evento in tutta serenità, a testimonianza di quanto Umberto Costantini abbia a cuore il futuro di tutti.

Tra video autoprodotti, immagini e citazioni commoventi come il discorso  tratto dal film “I cento passi” in cui Peppino Impastato parla dell’importanza della bellezza, le parole del giovane candidato hanno scaldato il cuore degli spilambertesi presenti, soprattutto sulle tematiche che interessano la semplificazione della vita di tutti i giorni, ma ai quali purtroppo la politica non dà mai risposte: efficienza della macchina amministrativa e politica affidando a persone capaci i ruoli di comando, apertura degli uffici comunali nella giornata di sabato, ritrattazione di progetti e di contratti in scadenza con Hera s.p.a. non sempre  portati avanti nell’interesse della cittadinanza.

Altro tema di successo è stato sicuramente il proposto riscatto del centro storico di Spilamberto, con soluzioni urbanistiche, culturali, economiche e ricreative che restituiscano al salotto buono del paese l’importanza e la centralità che ha sempre avuto nei secoli passati: pedonalizzazione di via F. Roncati e Corso Umberto I, nuove idee per il Torrione e soprattutto un nuovo ruolo per Rocca, da bastione sempre chiuso a fulcro polifunzionale della cultura, dell’eccellenza enogastronomica e del nuovo corso improntato sulla socializzazione e il vivere bene e sano; principio quest’ultimo, su cui è stato costruito tutto programma per le primarie, grazie agli incontri con la cittadinanza stessa durante “La Fabbrica del Programma”, nei mesi di dicembre e gennaio ed aperti a tutti.

E ancora la viabilità sostenibile, con la definizione di un reticolo ciclabile e pedonale degno del suo nome e più capillare; un convinto dialogo con le istituzioni competenti per migliorare le infrastrutture della viabilità non concluse o ormai desuete coma la Vignolese ed il raccordo con la Pedemontana che ancora non serve la zona industriale Sud.

Il lavoro, capitolo di apertura dell’intero discorso, e non a caso, perché da esso deriva la costruzione del futuro di chiunque: interventi sostenibili per favorire le imprese esistenti, come il miglioramento delle infrastrutture stradali, energetiche, dell’arredo urbano; nuove iniziative per chi un lavoro non ce l’ha o lo sta cercando, o ancora meglio lo vuole costruire da nuovo: spazi per il co – working, rete di imprese e progetti, istituzione presso l’Unione Terre di Castelli di un ufficio “Europa” che passi al setaccio ogni bando europeo, statale e regionale, da usufruire sia come ente “Comune” per cercare finanziamenti finalizzati alla realizzazione dei progetti più ambiziosi,  sia da parte dei privati, informandoli sulle opportunità che possano aiutarli a sviluppare e far conoscere il loro lavoro, la loro impresa, piccola o grande che sia.

Poi il benessere, la salute, lo sport, la scuola, l’associazionismo, la biblioteca, il territorio ed il paesaggio, l’ambiente e l’agricoltura, temi vicini alla vita di tutti i cittadini  che, senza promesse elettorali irrealizzabili, si possono sviluppare con piccoli interventi che però necessitano grandi cambiamenti di mentalità e di direzione rispetto al passato e al presente.

“Cambiamo il futuro” è tutto questo, e ancora di più sarà detto e presentato nel prossimo mese attraverso i dibattiti, gli incontri, gli appuntamenti  che Umberto Costantini ha già programmato o programmerà: l’ascolto, il contatto con la gente, il metterci la faccia. Sempre.

La mia unica lobby sono gli Spilambertesi. Sarebbe anche ora che sia così, per il futuro Sindaco di Spilamberto.”

Grazie Fabrizio.

Eh sì, abbiamo lavorato insieme per mesi Centro Giovani e alla Rinascita di San Vito, in giro per piazze, strade e quartieri. Abbiamo raccolto istanze, proposte e idee. Le abbiamo elaborate fino a rendere sostenibili e fattibili e così facendo abbiamo costruito una visione della Spilamberto che verrà. Domenica è stata per me una grande emozione finalmente presentarvela assieme alle proposte con cui cambieremo il futuro di Spilamberto. (vedi il sommario)

Abbiamo poco più di tre settimane perché questa possa divenire realtà, per farlo dobbiamo dire a tutti i nostri amici, conoscenti e parenti che una Spilamberto migliore, bella viva e vitale è possibile e il primo passo per realizzarla sono le primarie del 2 marzo (vedi).

gazzetta

In questi giorni continua il confronto a viso aperto con tutti gli spilambertesi, mi trovate nei bar la mattina grazie al tour dei bar iniziato lunedì  (vedi il calendario) e la sera potete invitarmi tranquillamente a casa vostra. Fermatemi senza timore per strada, sono a vostra disposizione.

fsamigli

Non credo nei premi di consolazione, se vogliamo cambiare davvero, è tempo di osare: ora.

Grazie ancora per essermi a fianco in questa grande corsa, abbiamo 25 giorni davanti, usiamoli tutti. A Spilamberto #cambiamoilfuturo.

Un sorriso,
Umberto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria.

Il tour dei bar Fundraising, libertà e passione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Oggi ho iniziato a consegnare i lumini a scuola per la giornata della memoria. È un piacere e un grandissimo privilegio poter frequentare questi posti perché se c'è un senso in quello che facciamo il senso è qui. Un grazie grande a tutti coloro che rendono viva la scuola. Avete una missione grande.

Ps. Quando ero piccolo nel bianco ti salvavi, il rosso era la lava. Ovviamente dovevi farlo di corsa. :) Ispirazioni in una splendida giornata.
#roots Venerdì sera con Giuseppe 
#project #workinprogress #workhardplayhard #beatagioventù Esci di corsa per prendere il tram e... sbam! Sbatti contro la storia. 
Era nato cent'anni prima di me. "QUI ABITAVA ANTONIO ATZORI, NATO 1887, ARRESTATO COME POLITICO, 4.1.1944, DEPORTATO, KZ MATHAUSEN, MORTO, 15.2.1945"

#arrestatocomepolitico #antifascismo
#1887 #1987 #87 La nostra ambizione è fondare gli Stati Uniti d'Europa, la bella notizia è che Emma Bonino è con noi. #direzionepd @partitodemocratico @piueuropa “Ogni pensiero può cambiare il destino,
persino un bambino sa farlo,
basta avere un sogno,
e poi stringerlo in pugno,
vedrai si avvererà.” "Mamma, papà, mi sono innamorato: si chiama Giuseppe!" Ecco precisamente otto anni fa in casa con queste parole facevo il coming out più difficile. Prima mia madre poi, una volta salite quelle scale, mio padre. Lo ammetto, mi aspettavo un abbraccio, un invito a cena o qualcosa del genere, e invece mi schiantai a tutta velocità contro un "ci hai deluso", un "sarebbe stato meglio un tumore" e altre esternazioni che col tempo ho rimosso. Fortunatamente le cose da allora stanno migliorando. Siamo cresciuti, tutti. Se oggi sono qui raccontarlo lo devo ad alcune convinzioni e persone. La prima Is.43 "tu sei prezioso ai miei occhi", la seconda mia sorella presente da sempre, a ruota mio cognato e davvero tanti altri amici e parenti che si sono resi strumenti d'amore e non di sofferenza. A loro il mio grazie. Sono felice perché oggi (finalmente) ci siamo messi d'accordo per una pizzata insieme: è un evento. Mamma e papà, ci sono voluti otto anni, ma finalmente ci siamo, insieme. Grazie.
Spero che queste poche parole possano essere d'aiuto a quelle ragazze e quei ragazzi che oggi soffrono per colpa di pregiudizi inculcati nella testa dei loro genitori da una educazione disumana disumanizzante e che le stesse parole possano aiutare quelle madri e quei padri che soffrono perché "mal-educati" per questo ancora incapaci di abbandonare aspettative, preconcetti e falsi dogmi per abbracciare pienamente l'amore dei propri figli amandoli così come sono felici perché semplicemente esistono. 
Un grazie particolare a Max Gazzè, quel giorno per tutto il giorno ascoltai una sua canzone "splendere ogni giorno il sole".