Respirerò liberamente.

16 novembre, 2013 at 3:53 am 3 commenti

“riflettete, ragionate con la vostra testa e
continuate la vostra lotta”

Germano Nicolini, “el Dievel”

Dopo la presa di posizione sul metodo di raccolta rifiuti di Spilamberto (qui), mi sono state ritirate dal sindaco le deleghe che avevo come coordinatore del comitato della memoria.
Qui (link) la lettera di Francesco, di seguito la mia risposta.

Caro Francesco,

qualche anno fa feci una bellissima esperienza prima in Sicilia e poi in Spagna. Con alcuni amici, zaino in spalla, camminammo per giorni in zone pressoché desertiche dove il giallo del grano e l’azzurro del cielo la facevano da protagonisti. La sera accendevamo i fuochi di bivacco e dopo aver cenato ci coricavamo senza tenda sotto le stelle.

Certo a volte è accaduto che il sentiero s’interrompesse o non ci fosse affatto e così, aprendo una via inedita, ci capitasse di graffiarci con qualche spina, dover guadare un torrente o far fronte a qualche imprevisto. Ma può un graffio essere d’ostacolo per muovere i propri passi? No, non credo. Quel sussurrio di brezza leggera sentito in quei giorni e in quelle notti mi ha parlato di libertà, la stessa libertà che a noi figli di questa terra scorre nelle vene, e non lo scorderò finché avrò memoria.

Di libertà è lo spirito che porto nel mio servizio di consigliere quando propongo ordini del giorno e mozioni, voto a favore o contro, appoggio o critico una scelta della giunta proponendovi alternative. Il ruolo del consiglio comunale è quello di indirizzo e di controllo politico-amministrativo1, non di mera ratifica, e ciò è valido per tutti i consiglieri, siano essi di maggioranza o minoranza.

Se lo svolgere con questo spirito il mio servizio, e quindi anche il mio prender posizione sulla politica di raccolta dei rifiuti da te adottata, è in contrasto con la delega al comitato della memoria da te affidatami, me ne dispiaccio molto. Ho svolto quel compito con passione ricordando la storia del nostro paese sia al fianco dei giovani spilambertesi che sono andato a trovare nelle scuole, sia al fianco dei più anziani partigiani insieme ai quali ho sfilato sotto al nostro gonfalone. Per me è stato un onore.

Oggi però son disposto a rinunciare a tutto questo per mantenere la libertà del mio agire politico.

Delle mie scelte e azioni di consigliere comunale devo e voglio poter continuare a rendere conto in primo luogo ai nostri concittadini, non al Sindaco, pertanto non mi opporrò in alcun modo alla tua decisione.

Colgo l’occasione per ringraziarti della bella esperienza che mi hai dato la possibilità di vivere. Ringrazierò personalmente quanti mi hanno aiutato nello svolgere questo compito. Mi impegno a lasciare quanto prima il ruolo di coordinatore del comitato della memoria riordinando e rendicontando quanto svolto in questi anni.

Spilamberto, lì 14 novembre 2013

           

firma umbi ok

 

“Ma io non sono nato per essere costretto. Respirerò liberamente.
Vedremo chi è il più forte”

Henry David Thoreau

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria.

Il PD che vorremmo a Spilamberto Donar sangue a Spilamberto: AVIS

3 commenti Add your own

  • 1. Saper mediare | SpilUmberto  |  21 novembre, 2013 alle 7:03 pm

    […] dal mio voto contrario ad una lottizzazione e presa di posizione sulla raccolta dei rifiuti-  (vedi) ho incontrato il sindaco. Ci siamo […]

    Rispondi
  • 2. Stop consumo campagna, potevamo iniziare da qui | SpilUmberto  |  20 dicembre, 2013 alle 10:37 pm

    […] Siccome mi viene chiesto (link), proverò a fare un po di chiarezza in merito a quanto successo a proposito della mia presa di posizione contraria alla lottizzazione in via cervarola (sì quella per cui, insieme alla presa di posizione sulla raccolta dei rifiuti, rischiai le delega alla memoria link) […]

    Rispondi
  • […] Assieme al mio stop al consumo di suolo per nuove edificazioni senza recupero dell’esistente (vedi), fu motivo dell’ “avvertimento” di togliermi le deleghe al comitato memoria (vedi). […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Un sindaco vorrebbe poter accompagnare sempre e comunque i propri cittadini nei loro desiderata, ma ci sono volte in cui certe strade anche se sembrano le più facili non si possono prendere ed è necessario fermarsi, spiegare e accompagnare anche verso soluzioni più complesse. 
Questo è quello che ho cercato di fare domenica.

Grazie a quanti sono venuti a confrontarsi di persona e non sono rimasti a casa a offendere dietro a una tastiera, grazie alla comunità di San Vito grazie alla Polisportiva San Vito per la fiducia. La strada continua, insieme. 
Qui qualche approfondimento:
--> https://goo.gl/B5oZxu Incendio in vicolo de André: le persone coinvolte stanno bene, quattro sono ricoverate in ospedale,  ma non in gravi condizioni. Le altre famiglie del condominio stanno rientrando ora.
Ringrazio i nostri tecnici, Tubolino, Roli e Simonini la PM, i Carabinieri, VVFF e vicesindaco che sono subito intervenuti. Tre anni fa oggi mi avete scelto come sindaco. Tre anni fa oggi è partita una grande avventura. Poter guidare ed essere custode di una comunità generosa che oggi si trova sul corso per aiutare fratelli terremotati è davvero un grande privilegio. Grazie! #zainoinspalla #Spilamberto Imparare e mettersi in cammino. In una Milano stupenda, una splendida giornata tra #scuolapd e #20maggiosenzamuri Il 17 maggio è la giornata contro l'omofobia, la bifobia e transfobia insomma, la giornata dove si dice chiaramente che il problema è negli occhi di chi discrimina, non di chi ama. Quest'anno sono felice di poter ricordare questa data con questa foto scattata al pride di Bologna il giugno scorso. Andai in rappresentanza di Spilamberto col sostegno del consiglio comunale (cinque stelle astenuti). Credo che anche così Spilamberto stia facendo il suo pezzetto di strada verso l'art.3 della nostra costituzione: una comunità felice perché esisti così che tu possa dare il meglio di te.