Cassonetti con tessere e calotte: arrivederci amore ciao.

29 ottobre, 2013 at 1:31 pm 2 commenti


“arrivederci amore ciao 
le nubi sono già più in là 
finisce qua chi se ne va che male fà.”

Insieme a te non ci sto più
Paolo Conte -Caterina Caselli

Quando cammini lungo un sentiero di montagna e capisci di essere sul sentiero sbagliato, se prosegui “per non fare brutta figura” davanti alla compagnia che guidi, stai facendo una cosa grave. Dopo un po’ che cammini anche non capire che il sentiero è sbagliato è grave , ma un po’ meno, infatti con un po’ di umiltà si può dire “signori scusate, non è la strada giusta, torniamo indietro” o quanto meno “non sono così sicuro, confrontiamoci”.

Le sperimentazioni sono simili, si chiamano così perché dopo aver pianificato e provato c’è un momento in cui si tira una riga, si guardano i risultati e si decide, credo che quel momento sia arrivato anche per noi: se si vuole sono convinto che a Spilamberto si possa chiudere l’esperienza delle calotte-slot-machine e delle tessere.

Qui di seguito nell’articolo della Gazzetta di Modena qualche critica, ma anche qualche proposta:

cassonetti

dalla Gazzetta di Modena del 29/10/2013

Forza, basta l’umiltà di far verifica, e la capacità di tracciare strade inedite. Voi cosa ne pensate?

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria.

Rifiuti a Spilamberto, perché non ridurli? Il PD che vorremmo a Spilamberto

2 commenti Add your own

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Un sindaco vorrebbe poter accompagnare sempre e comunque i propri cittadini nei loro desiderata, ma ci sono volte in cui certe strade anche se sembrano le più facili non si possono prendere ed è necessario fermarsi, spiegare e accompagnare anche verso soluzioni più complesse. 
Questo è quello che ho cercato di fare domenica.

Grazie a quanti sono venuti a confrontarsi di persona e non sono rimasti a casa a offendere dietro a una tastiera, grazie alla comunità di San Vito grazie alla Polisportiva San Vito per la fiducia. La strada continua, insieme. 
Qui qualche approfondimento:
--> https://goo.gl/B5oZxu Incendio in vicolo de André: le persone coinvolte stanno bene, quattro sono ricoverate in ospedale,  ma non in gravi condizioni. Le altre famiglie del condominio stanno rientrando ora.
Ringrazio i nostri tecnici, Tubolino, Roli e Simonini la PM, i Carabinieri, VVFF e vicesindaco che sono subito intervenuti. Tre anni fa oggi mi avete scelto come sindaco. Tre anni fa oggi è partita una grande avventura. Poter guidare ed essere custode di una comunità generosa che oggi si trova sul corso per aiutare fratelli terremotati è davvero un grande privilegio. Grazie! #zainoinspalla #Spilamberto Imparare e mettersi in cammino. In una Milano stupenda, una splendida giornata tra #scuolapd e #20maggiosenzamuri Il 17 maggio è la giornata contro l'omofobia, la bifobia e transfobia insomma, la giornata dove si dice chiaramente che il problema è negli occhi di chi discrimina, non di chi ama. Quest'anno sono felice di poter ricordare questa data con questa foto scattata al pride di Bologna il giugno scorso. Andai in rappresentanza di Spilamberto col sostegno del consiglio comunale (cinque stelle astenuti). Credo che anche così Spilamberto stia facendo il suo pezzetto di strada verso l'art.3 della nostra costituzione: una comunità felice perché esisti così che tu possa dare il meglio di te.