“Siamo dello stesso sangue fratellino tu ed io”, ciao Andrea.

12 agosto, 2013 at 1:31 pm Lascia un commento

Era inutile guardare in basso, perché non riusciva a vedere che le punte dei rami, e allora fissò lo sguardo in alto e vide lontano lontano nel blu del cielo Chil l’avvoltoio che si librava con larghe ruote sorvegliando la Giungla in attesa che qualche animale morisse. Chil si accorse che le scimmie trasportavano qualcosa, e si abbassò di alcune centinaia di metri per scoprire se il loro carico fosse buono da mangiare. Fischiò sorpreso alla vista di Mowgli trascinato in quel modo sulla cima di un albero, e lo sentì lanciare il richiamo dell’avvoltoio:
“Siamo dello stesso sangue io e te”.

ll libro della giungla, Rudyard Kipling 1893 

lago santo lupi

“Caccia” a Saint Lake City – Luglio 2013

Cazzarola, ogni volta che sento un fratellino (più o meno cresciuto) dire “sei un frocio” a un altro, mi fermo a spiegare che frocio è un brutto modo, offensivo, per dire gay. Mi fermo a spiegare che se a uno piacciono i maschi o a una le femmine non c’è niente di male e che a rigor di logica se a uno non piacciono non c’è motivo di dirgli che è gay.
(Ehi, se proprio vuoi offenderlo perché sei arrabbiato digli che è un pezzo di fango, funziona!)

Scherzi a parte, sinceramente a volte penso di esser pesante, ripetitivo e monotono, poi ti arrivano dei pugni nello stomaco come quello di ieri pomeriggio pensi che Andrea non è molto distante da un collega di lavoro, un ragazzo che viene in sede il sabato pomeriggio o un compagno di scuola e capisci che bisogna continuare eccome, continuare a parlare ed agire dentro gli scout, in parrocchia, a scuola, al lavoro e oltre, ognuno nell’ambiente in cui vive perché tu non lo sai, ma magari mentre fai notare la cosa a uno letteralmente “maleducato” hai di fianco una persona che senza neppure che tu lo sappia te ne sarà grata.

A Spilamberto e non solo voglio che sia ben chiaro da che parte sto, voglio che sia ben chiaro che ogni ragazzo o ragazza gay potrà contare su di me e tanti altri ragazzi e ragazze indipendentemente dal loro orientamento sessuale. Io sono stato molto fortunato per le persone che ho incontrato, ma non me ne farei nulla di questa fortuna-talento se non la condividessi.

“Siamo dello stesso sangue fratellino tu ed io”.
Io ci sono.

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria. Tags: , , , .

La cucina della comunità La vostra, non la mia, nemesi: basta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Iniziano gli eventi legati alla commemorazione del 25 Aprile. Ricordiamo una Spilamberto fatta di uomini e donne coraggiose che nella loggia di una casa colonica a San Vito, in un'ansa del Guerro, in via Santa Liberata, alla Corticella o sulla carreggiata di campagna in una calda sera in via Castellaro, risposero ad una legge più alta di quella in vigore allora. Mandrioli, Cavallotti, Franchini, Bianchini, Bonetti, Calanchi, Malagoli, Castagnini, Giugni e tanti altri. Perché non importa quanti anno hai e non in importa in che anni vivi: quando la Storia bussa, a te spetta la scelta. #resistenza #liberazione
Vinitaly mode on! Portando alta la bandiera delle nostre uve e dei nostri vini! Complimenti ai nostri produttori! 👍🏽🍷🍾🌳🍁#lambrusco #pignoletto #wine #vinitaly
E poi oggi pomeriggio siamo andati a camminare con il @fai per ritrovare le tracce di scavi archeologici che ci hanno riportato a 4000 anni fa (e a conoscere dei bellissimi vitellini dell'azienda agricola La Bontà).
Oggi a Spilamberto va così. Prenditi qualche minuto, chiama qualcuno a cui vuoi bene e vatti a sdraiare là in mezzo con lui o con lei. Quei "piscialetto" e quelle margherite sono lì per voi. 🌼
Oggi abbiamo incontrato Enrico. Coraggioso testimone che partendo dal suo passato ci può aiutare ad aprire gli occhi sul nostro presente e mettere in guardia sul nostro futuro a nord e sud del Mediterraneo. Grazie al comitato genitori e alla scuola per la bella iniziativa fondamentale per i nostri ragazzi.
Per chi non mi ha visto a Roma o altrove ecco, oggi il mio compito era essere qua. Ho pedalato giù dai sassi in fretta e ci sono arrivato in tempo. "In fuga dalla Siria" davvero bello. Anche se adesso non serve a nessuno guadagnare voti gridando al migrante ve la consiglio perché le elezioni passano, i drammi no. Fa pensare. Molto. #refugees Un grande grazie agli organizzatori, sono felice che anche lì ci sia tanta Spilamberto.