Il problema di Spilamberto??? Il traffico! (quasi come Palermo)

16 gennaio, 2013 at 12:40 am 2 commenti

Oggi trattiamo l’annosa vicenda della rotonda dei carabinieri e via Tacchini (per un “forsetiero” sembrerebbe il preludio dell’ennesima barzxelletta sui carabinieri, ma giuro che non lo è).

Quest’estate, con in strada la rotatoria appena inaugurata subito chiusa e sul giornale un articolo in merito del sindaco, ho mandato alla giunta un interrogazione relativa alla viabilità Spilambertese per avere chiairmenti (qui l’interrogazione e la risposta di novembre).

In sostanza per avere i dati si sarebbe dovuto aspettare la fine dell’anno e così è stato.

Da circa una settimana (io l’ho scoperto oggi, anche su questo possiamo migliorare) sono presenti sul sito del comune di Spilamberto i dati del relativi ai rilevamenti di traffico degli ultimi mesi che nella commissione pubblica di oggi ci sono stati presentati.

trAffico

Alcune cose sono molto chiare, via Tacchini cala drasticamente il numero di auto che la percorrono (valori), di quelle che la percorrono alcune si perdono nei meandri del parcheggio delle scuole e altre vanno in via Roncati.

Con questa modifica via Roncati vede salire il numero di macchine che la percorrono, in parte arrivano da via tacchini, ma l’aumento più consistente è quello proveniente direttamente dalla rotonda.

Ah! Quindi il traffico per Vignola si è riversato tutto davanti al torrione??? Anche no. Francamente lo ipotizzavo anche io, ed era quello mi lasciava più perplesso della chiusura della rotonda, ma i dati raccolti non vanno proprio in questa direzione. Proviamo a capire perché.

Da via roncati le auto in aumento vanno per di più verso nord su via Paradosso (verso il distributore o il parcheggio della piazza per intenderci) e in piccola parte verso sud.

Per di più non si registrano aumenti di traffico in uscita su Via Matteotti in direzione Vignola quindi, o passano tutti da via IV novembre (passate tutti da via IV novembre???) oppure è semplicemente traffico interno di chi va in centro per lavoro, acquisti se vaga alla ricerca di un parcheggio.

Da segnalare che sono state fatte altre domande in commissione, del tipo, “quali sono le prossime modifiche alla viabilità???”, “abbiamo un piano del traffico organico che preveda il futuro della viabilità spilambertese in maniera dettagliata?”. Alla prima domanda un tentativo di riassumere le risposte lo trovate in questa mappa: SPILAMBERTO-TRAFFICO .

Alla seconda domanda la risposta è no, ed inutile girarci intorno, non ci vedo nulla di male nell’ammettere che non c’è (cosa che tra l’altro aveva già detto l’assessore Venturelli in risposta all’interrogazione). Quello che c’è sono delle linee guida forti, spostamento del traffico pesante con le deviazioni sulla pedemeontana e i giri (anche se dell’oca) per evitare il traffico d’attraversamento nella parte più storica del centro. E’ giunta l’ora di ordinarlo, renderlo leggibile e aprire agli scenari futuri? Sì.

Detto questo sì anche io vedo delle criticità, nella forma la raccolta dati. Mi devo informare dei costi che questa comporta, ma avere uno storico più nutrito sarebbe cosa molto utile altrimenti l’impressione che ho avuto io p stata quella di confrontare pere con mele. In questo complimenti agli uffici che hanno svolto un buona analisi con strumenti davvero da terzo mondo.

Nella sostanza anche a me non piace vederele auto, le corriere gli ippopotami gli elefanti e le giraffe passare davanti al Torrione, però o lì o in via Sat’Adriano e San Giovanni.

C’è qualcosa che è più centro storico di altro e dobbiamo farci venire in mente un modo migliore per preservare entrambi, questo è un tentativo, ve ne vengono in mente altri?

Discutiamone,

Anche se a volte abbiamo “strade” diverse per arrivarci, il bene del nostro bel paese ci sta a cuore.

Buona notte, anche vostro,

Umberto.

Se una notte d'inverno un consigliere...

Se una notte d’inverno un consigliere…

L’angolo dell’escamotage:

A me capita ancora di far via Tacchini per uscire dal centro e andare verso casa. Che fare? O torni indietro sbuffanod e imprecando, o prendi il parchegggio delle scuole aumentando di 10 metri il percorso, oppure tagli direttamente andando contromano (ecco se fai quest’ultima sei scemo e ti meno, oltra che a te potresti fare del male agli altri).

Quindi, così sì.

Sì, zero infrazioni e sei in compagnia.

Sì, zero infrazioni e sei in compagnia.

Così no.

No, se lo fai sei un coglione e ti meno.

No, se lo fai sei un coglione e ti meno.

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria. Tags: , , , .

“Esplora. Sogna. Scopri”. Matteo, Grazie. Prender baratri per salti.

2 commenti Add your own

  • 1. Riccardo  |  16 gennaio, 2013 alle 9:06 am

    Ciao Umbi, ti lascio il mio commento da vignolese che attraversa Spilamberto da 6 anni tutti i giorni per andare al lavoro. La creazione della rotonda dei carabinieri ha cambiato radicalmente i tempi di attraversamento. In precedenza anche quella di via Modenese con via per Castelnuovo, ma per chi arrivava da Vignola più la prima. Poi sicuramente anche la Nuova Pedemontana deve aver aiutato, ma non credo tantissimo da chi fa la direttrice Vignola-Modena.
    Le code minime prima della creazione della rotonda arrivavano a via Santa Liberata, ma non era insolito avere code fino a via IV Novembre. Ora le code sono quasi sparite.
    Per le tue riflessioni devo dire che auto che escono da via Matteotti in direzione Vignola ce ne sono sempre molto poche (non più di prima), quindi il traffico aumentato nel centro non è certo quello in direzione Vignola.
    Quindi probabilmente è effettivamente traffico che si reca in centro.

    Quindi che dire: le modifiche fatte hanno ridotto di molto i tempi di attraversamento, quindi sicuramente la quantità di smog prodotta dalle auto in colonna.

    Credo che uno dei vostri nodi sia via Marconi: ora di fatto chiusa mentre prima era uno degli attarversamenti sulla direttrice Castelnuovo-Vignola.
    A mio avviso, se può aiutare a ridurre il traffico nel centro storico, potreste provare a riaprirla per almeno 6 mesi e vedere come cambia la sitazione sulla varie vie. Si potrebbe ridurre un poco la congestione sulla rotonda Modenese-Castelnuovo, mentre non credo che peggiorerà molto la situazione della rotonda dei carabinieri.
    Vedete voi.

    Buon lavoro!
    Riccardo

    Rispondi
    • 2. Umberto  |  16 gennaio, 2013 alle 2:53 pm

      Ciao Riccardo! Mi puoi spiegare meglio il suggerimento relativo a via Marconi: quando parli di riaprirla per 6 mesi come test intendi quella o via Tacchini?
      Grazie per la tua condivisione!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Venerdì sera con Giuseppe 
#project #workinprogress #workhardplayhard #beatagioventù Esci di corsa per prendere il tram e... sbam! Sbatti contro la storia. 
Era nato cent'anni prima di me. "QUI ABITAVA ANTONIO ATZORI, NATO 1887, ARRESTATO COME POLITICO, 4.1.1944, DEPORTATO, KZ MATHAUSEN, MORTO, 15.2.1945"

#arrestatocomepolitico #antifascismo
#1887 #1987 #87 La nostra ambizione è fondare gli Stati Uniti d'Europa, la bella notizia è che Emma Bonino è con noi. #direzionepd @partitodemocratico @piueuropa “Ogni pensiero può cambiare il destino,
persino un bambino sa farlo,
basta avere un sogno,
e poi stringerlo in pugno,
vedrai si avvererà.” "Mamma, papà, mi sono innamorato: si chiama Giuseppe!" Ecco precisamente otto anni fa in casa con queste parole facevo il coming out più difficile. Prima mia madre poi, una volta salite quelle scale, mio padre. Lo ammetto, mi aspettavo un abbraccio, un invito a cena o qualcosa del genere, e invece mi schiantai a tutta velocità contro un "ci hai deluso", un "sarebbe stato meglio un tumore" e altre esternazioni che col tempo ho rimosso. Fortunatamente le cose da allora stanno migliorando. Siamo cresciuti, tutti. Se oggi sono qui raccontarlo lo devo ad alcune convinzioni e persone. La prima Is.43 "tu sei prezioso ai miei occhi", la seconda mia sorella presente da sempre, a ruota mio cognato e davvero tanti altri amici e parenti che si sono resi strumenti d'amore e non di sofferenza. A loro il mio grazie. Sono felice perché oggi (finalmente) ci siamo messi d'accordo per una pizzata insieme: è un evento. Mamma e papà, ci sono voluti otto anni, ma finalmente ci siamo, insieme. Grazie.
Spero che queste poche parole possano essere d'aiuto a quelle ragazze e quei ragazzi che oggi soffrono per colpa di pregiudizi inculcati nella testa dei loro genitori da una educazione disumana disumanizzante e che le stesse parole possano aiutare quelle madri e quei padri che soffrono perché "mal-educati" per questo ancora incapaci di abbandonare aspettative, preconcetti e falsi dogmi per abbracciare pienamente l'amore dei propri figli amandoli così come sono felici perché semplicemente esistono. 
Un grazie particolare a Max Gazzè, quel giorno per tutto il giorno ascoltai una sua canzone "splendere ogni giorno il sole". Wow! Anno intenso, di grazia e chissà il prossimo. Grazie! #bestnine2017 #2017 "Al pascolo si sedeva per terra e le controllava dall'alto, intagliando un legnetto con il coltello a serramanico.
- Non puoi star lí, - mi disse, l'unica volta che mi parlò.
- Perché? - chiesi.
- Pesti l'erba.
- E dov'è che posso stare?
- Di là.
Indicò l'altra sponda del torrente." Paolo Cognetti, Le otto montagne.
#montagna #monterosa #cognetti #einaudi
grazie agli scout la possibilità di veder chiari certi luoghi impressi nel cuore.

@puntoeinaudimilano