La volontà di Dio

5 giugno, 2012 at 6:05 pm Lascia un commento

“Lo ripetiamo ogni volta che recitiamo la preghiera che Gesù ha insegnato ai suoi discepoli, il “Padre nostro”: “sia fatta la tua volontà” (Mt.6,10)
Ma che significa in concreto questa volontà?
La volontà di Dio viene associata ai momenti difficili della vita e vista come un qualcosa di  inevitabile da cui è impossibile venire fuori (malattie, disgrazie, lutti), che occorre accettare, spesso  con rassegnazione, ma di cui si farebbe volentieri a meno…
Ci sono persone che sono incapaci di recitare il “Padre nostro”. Arrivate a “sia fatta la tua  volontà” si bloccano. Hanno avuto un lutto, una persona cara è loro morta ed è stato detto loro che  questa è la volontà di Dio: “Non cade foglia senza che Dio lo voglia…” recita il fatalismo popolare.
E conservano un sordo rancore verso questo Dio che strappa foglie e persone care. E’ stato detto loro  che è la “croce” che il Signore gli ha dato o mandato…
Si finisce così per identificare la volontà di Dio con le situazioni dolorose dell’esistenza, e la si  accetta accompagnandola sempre da un sospiro di rassegnata impotenza: “sia fatta la volontà del  Signore!”.
Volontà che stranamente mai viene associata ai momenti lieti o fortunati della nostra vita.
Raramente capita di sentire il vincitore di un qualsiasi premio esclamare: “Sia fatta la volontà di  Dio!.
Purtroppo ad alimentare certe idee sono intervenuti anche alcuni errori di traduzione e  interpretazione del messaggio evangelico. Un solo esempio preso dal Vangelo secondo Matteo:
“Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure neanche uno di essi cadrà a terra  senza che il Padre vostro lo VOGLIA” (Mt. 10,29).
Questo modo di tradurre, non rende l’idea del testo greco che letteralmente dice:  “…e nessuno di essi cadrà in terra SENZA il Padre vostro” e che la “Bible de Jerusalem” giustamente traduce:  ALL’INSAPUTA <A L’INSU>
E’significativa la differente traduzione ed interpretazione: non la VOLONTA’ del Padre, ma  all’INSAPUTA del Padre.
L’evangelista infatti vuole invitare alla piena fiducia in un Padre che ci conosce molto più di  quanto noi possiamo conoscerci: sa persino quanti capelli abbiamo in testa! (Mt.10,30), e al quale  nulla di ciò che avviene sfugge, neanche quanto accade alle più insignificanti creature, come appunto  erano considerati gli uccelli nella cultura dell’epoca.
E’ infatti possibile che questo Dio sia così nemico della felicità dell’uomo che la sua volontà  coincida sempre con avvenimenti tristi? Un Dio del genere è meglio incontrarlo il più raramente  possibile!”

Roba da preti, Alberto Maggi

(però l’ho preso da qui)

Non siete/siamo soli.

Un abbraccio forte,

Umberto.

Felippus 2012 cantando Venditti


Annunci

Entry filed under: Senza Categoria. Tags: , , .

AGESCI e omosessualità: Osservare, dedurre… Stati Uniti d’Europa: Ventotene 1941. Per dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Un sindaco vorrebbe poter accompagnare sempre e comunque i propri cittadini nei loro desiderata, ma ci sono volte in cui certe strade anche se sembrano le più facili non si possono prendere ed è necessario fermarsi, spiegare e accompagnare anche verso soluzioni più complesse. 
Questo è quello che ho cercato di fare domenica.

Grazie a quanti sono venuti a confrontarsi di persona e non sono rimasti a casa a offendere dietro a una tastiera, grazie alla comunità di San Vito grazie alla Polisportiva San Vito per la fiducia. La strada continua, insieme. 
Qui qualche approfondimento:
--> https://goo.gl/B5oZxu Incendio in vicolo de André: le persone coinvolte stanno bene, quattro sono ricoverate in ospedale,  ma non in gravi condizioni. Le altre famiglie del condominio stanno rientrando ora.
Ringrazio i nostri tecnici, Tubolino, Roli e Simonini la PM, i Carabinieri, VVFF e vicesindaco che sono subito intervenuti. Tre anni fa oggi mi avete scelto come sindaco. Tre anni fa oggi è partita una grande avventura. Poter guidare ed essere custode di una comunità generosa che oggi si trova sul corso per aiutare fratelli terremotati è davvero un grande privilegio. Grazie! #zainoinspalla #Spilamberto Imparare e mettersi in cammino. In una Milano stupenda, una splendida giornata tra #scuolapd e #20maggiosenzamuri Il 17 maggio è la giornata contro l'omofobia, la bifobia e transfobia insomma, la giornata dove si dice chiaramente che il problema è negli occhi di chi discrimina, non di chi ama. Quest'anno sono felice di poter ricordare questa data con questa foto scattata al pride di Bologna il giugno scorso. Andai in rappresentanza di Spilamberto col sostegno del consiglio comunale (cinque stelle astenuti). Credo che anche così Spilamberto stia facendo il suo pezzetto di strada verso l'art.3 della nostra costituzione: una comunità felice perché esisti così che tu possa dare il meglio di te.