AGESCI e omosessualità: Osservare, dedurre…

7 maggio, 2012 at 7:16 pm Lascia un commento

Ecco, sapete tutti cosa sarebbe successo se cenerentola avesse detto “Basta”,

se Francesco fosse tornato buono a casa,

o se a Mefeking, laggiù BP avesse detto “there’s nothing to do”.

Sapete cosa succederebbe se  ce ne stessimo zitti lasciando voce soltanto ai titoli dei giornali? Bombe atomiche da una parte e dall’altra e addio dibattito costruttivo.

Se un giorno Cenerentola…

E allora ecco una prima cosa semplice semplice:

Se siete capi scout controllate le vostre caselle di posta elettronica, probabilmente vi sarà arrivato attraverso una tam tam partito dalla Toscana,  l’invito a sottoscrivere un documento che prende le distanze dall’intervento di padre Compagnoni del MASCI (non AGESCI, ma qualcuno l’avrà pur invitato…), critica il fatto che l’omosessualità sia definita come problema, e il consiglio di non fare coming out.

Io l’ho sottoscritto e dato che di discussione si tratta, discutiamo.

Come quelle degli atti sono posizioni di una discussione, queste sono altre.

Eccolo qua: 6 maggio 2012

Come dice Stefano:

“Per fortuna la nostra Associazione muove ‘dal basso’ e non per ricezione passiva di direttive e\o linee guida. Una cosa Repubblica la scrive bene. “La strada è ancora in salita”. A noi le strade in salita piacciono.”

E allora buona strada!

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria. Tags: , , , , .

“Felice perché esisiti”, anche con un fazzolettone al collo. La volontà di Dio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Un sindaco vorrebbe poter accompagnare sempre e comunque i propri cittadini nei loro desiderata, ma ci sono volte in cui certe strade anche se sembrano le più facili non si possono prendere ed è necessario fermarsi, spiegare e accompagnare anche verso soluzioni più complesse. 
Questo è quello che ho cercato di fare domenica.

Grazie a quanti sono venuti a confrontarsi di persona e non sono rimasti a casa a offendere dietro a una tastiera, grazie alla comunità di San Vito grazie alla Polisportiva San Vito per la fiducia. La strada continua, insieme. 
Qui qualche approfondimento:
--> https://goo.gl/B5oZxu Incendio in vicolo de André: le persone coinvolte stanno bene, quattro sono ricoverate in ospedale,  ma non in gravi condizioni. Le altre famiglie del condominio stanno rientrando ora.
Ringrazio i nostri tecnici, Tubolino, Roli e Simonini la PM, i Carabinieri, VVFF e vicesindaco che sono subito intervenuti. Tre anni fa oggi mi avete scelto come sindaco. Tre anni fa oggi è partita una grande avventura. Poter guidare ed essere custode di una comunità generosa che oggi si trova sul corso per aiutare fratelli terremotati è davvero un grande privilegio. Grazie! #zainoinspalla #Spilamberto Imparare e mettersi in cammino. In una Milano stupenda, una splendida giornata tra #scuolapd e #20maggiosenzamuri Il 17 maggio è la giornata contro l'omofobia, la bifobia e transfobia insomma, la giornata dove si dice chiaramente che il problema è negli occhi di chi discrimina, non di chi ama. Quest'anno sono felice di poter ricordare questa data con questa foto scattata al pride di Bologna il giugno scorso. Andai in rappresentanza di Spilamberto col sostegno del consiglio comunale (cinque stelle astenuti). Credo che anche così Spilamberto stia facendo il suo pezzetto di strada verso l'art.3 della nostra costituzione: una comunità felice perché esisti così che tu possa dare il meglio di te.