Spilamberto sono anch’io

29 dicembre, 2011 at 2:27 pm 1 commento

Vuoi per il discorso di Napolitano, vuoi per dare una risposta nella sostanza rispetto a quanto successo a Torino e a Firenze, vuoi per una sensibilità che porto nel sangue, vuoi perché mi sentirei onorato di entrare nella lista di stormfront tra Riccardo Pacifici e Adel Smith, Flavio Zanonato e Gad Lerner, ho scelto di aderire alla campagna  l’Italia sono anch’io.

L’obiettivo è quello di presentare in Parlamento due proposte di legge di iniziativa popolare: da un lato assegnando allo ius soli, cioè al diritto di essere cittadini del nostro Paese partendo dal luogo nel quale si nasce e non dalla discendenza di sangue, un ruolo di primario rilievo. La cittadinanza viene inoltre a definirsi come diritto soggettivo e legittima aspirazione delle persone a partecipare a pieno titolo alla vita della comunità e della città, dopo un periodo di soggiorno legale sul territorio, e in tempi ragionevoli. (allegato1)

Dall’altro, attraverso il riconoscimento del diritto di voto amministrativo per chi risiede per un periodo congruo, si elimina una ingiustizia che rischia di minare sempre più il principio del suffragio universale a livello territoriale, impedendo a milioni di persone di partecipare pienamente alla vita della comunità dove vivono. (allegato2)

Con quanti vorranno nei prossimi giorni raccoglieremo le firme per presentare la proposta di legge e chiederò che il Comune si impegni a fare lo stesso attraverso una wiki-mozione: “l’Italia sono anch’io

Non solo, c’è un’altra campagna che aspetto il nostro contributo: “18 anni… in Comune!”, chiederò al sindaco di mandare una lettera a tutti i neo maggiorenni nati da genitori stranieri, ma cresciuti in Italia per ricordagli che hanno un anno di tempo per chidere la

cittadinanza e contribuire anche loro a costruire un Italia migliore proiettata al futuro. (vedi testo mozione)

Come l’utlima volta le mozioni sono apertea contributo, non abbiate paura  aprendere la penna in mano, o meglio la tastiera.

 

 

Vi segnalo il brillante Severgnini: Gli Italiani non sono razzisti.

Annunci

Entry filed under: Senza Categoria.

Scusate il romanticismo Intanto lasciatemi ridere

1 commento Add your own

  • 1. Elena  |  29 dicembre, 2011 alle 9:50 pm

    Bravo Umbi! Overseas è disponibile alla raccolta delle firme, coordiniamoci, io naturalmente ci sono e vorrei portarmi un po’ di ragazzotti! fammi sapere

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Iniziano gli eventi legati alla commemorazione del 25 Aprile. Ricordiamo una Spilamberto fatta di uomini e donne coraggiose che nella loggia di una casa colonica a San Vito, in un'ansa del Guerro, in via Santa Liberata, alla Corticella o sulla carreggiata di campagna in una calda sera in via Castellaro, risposero ad una legge più alta di quella in vigore allora. Mandrioli, Cavallotti, Franchini, Bianchini, Bonetti, Calanchi, Malagoli, Castagnini, Giugni e tanti altri. Perché non importa quanti anno hai e non in importa in che anni vivi: quando la Storia bussa, a te spetta la scelta. #resistenza #liberazione
Vinitaly mode on! Portando alta la bandiera delle nostre uve e dei nostri vini! Complimenti ai nostri produttori! 👍🏽🍷🍾🌳🍁#lambrusco #pignoletto #wine #vinitaly
E poi oggi pomeriggio siamo andati a camminare con il @fai per ritrovare le tracce di scavi archeologici che ci hanno riportato a 4000 anni fa (e a conoscere dei bellissimi vitellini dell'azienda agricola La Bontà).
Oggi a Spilamberto va così. Prenditi qualche minuto, chiama qualcuno a cui vuoi bene e vatti a sdraiare là in mezzo con lui o con lei. Quei "piscialetto" e quelle margherite sono lì per voi. 🌼
Oggi abbiamo incontrato Enrico. Coraggioso testimone che partendo dal suo passato ci può aiutare ad aprire gli occhi sul nostro presente e mettere in guardia sul nostro futuro a nord e sud del Mediterraneo. Grazie al comitato genitori e alla scuola per la bella iniziativa fondamentale per i nostri ragazzi.
Per chi non mi ha visto a Roma o altrove ecco, oggi il mio compito era essere qua. Ho pedalato giù dai sassi in fretta e ci sono arrivato in tempo. "In fuga dalla Siria" davvero bello. Anche se adesso non serve a nessuno guadagnare voti gridando al migrante ve la consiglio perché le elezioni passano, i drammi no. Fa pensare. Molto. #refugees Un grande grazie agli organizzatori, sono felice che anche lì ci sia tanta Spilamberto.