Dimissioni! Dimissioni! Dimissioni! Le mie.

1 aprile, 2011 at 1:45 pm Lascia un commento

Sì, pur non avendo cucine a Montecarlo o nipoti di Mubarack nel letto, ho deciso di dimettermi dal consiglio comunale.

Queste belle giornate di sole mi hanno fatto pensare che infondo non ne vale la pena.

Convincere le persone a migliorare il mondo partendo dal migliorare la realtà più vicina non è possibile.

Fusione? Studi di fattibilità? Economia di Scala?

Non serve a niente, siam perfetti e non abbiamo bisogno di una consulenza economica professionale pagata dalla regione, noi siamo bravi così, perché chiedersi se si può fare di più?

…dovremo andarci a sbattere la testa.

Dovremo accorgerci che tra 20 anni:

– il sindaco di Marano potrà decidere meno del suo territorio che non il presidente della bocciofila, ma la “maranesità” sarà salva

– che il sindaco di Castelvetro dovrà lottizzare tutte le vigne per tenere aperta la mensa, ma la “castelvetresità” sarà salva.

– le Ciliegie di Vignola si saranno estinte deifnitivamente per far spazio al tipico mattone rosso vignolese e la festa della fioritura rinominata in festa dell’intonacatura,

– a Spilamberto rivenderemo la rocca a metà prezzo a Rangoni con in omaggio il Torrione,

– Guiglia costruirà un grattacielo al posto della torre per far largo a nuove case,

– Zocca per non essere da meno ne costruirà uno più alto con in cima una mega tigella rotante con tanto di raggio laser per fulminare chiunque abbia nel sangue meno del 95% di padanità,

– a Castelnuovo per avere un po più di introiti tasseranno i maiali che si ribelleranno e costruiranno una fattoria tutta loro (ma questa è un’altra storia).

– la Polizia municipale di Savignano non avrà più soldi nemmeno per fare l’alcol test al sabato sera! Ooops è già così, ma ha forse un prezzo la “savignanesità”? Diciamo che tra vent’anni il poliziotto farà i giorni pari i controlli e dispari l’operatore ecologico (non è già così vero?)

…dovremo andarci a sbattere la testa?

Andrete, io sarò emigrato come tanti miei coetanei.

Sì è meglio che in politica ci stia chi non ha sogni, chi non vede un orizzonte.

A vent’anni c’è qualcosa di meglio da fare che non elemosinare il voto di chi non è più capace di desiderare.

Per chi è di:

Levizzano

San Vito

Brodano

Tavernelle

Prato Mavore

Campiglio

Formica

Garofano

Mulino

Magazzino

Solignano

Villa Bianca

Festà

Denzano

Ospitaletto

Doccia

Savignano alto

Casona

Montecorone

Roccamalatina

Rocchetta

Samone

Ciano

Missano

Montalbano

Montecorone

Monteorsello

Monteombraro

Montetorto

Rosola

Zocchetta

Non vi ho citato, ma vi ho nel cuore, in tuti questi anni senza esigere una struttura comunale solo per voi siete state da esempio, avrei voluto tanto darvi più autonomia (e responsabilità), ma pazienza son nato troppo presto.

Adieu mon chèr!

Vado a farmi un giro in bici in questo bel primo d’aprile! 🙂

PS

sì, era un pesce d’aprile, il mattone rosso vignolese si chiamerà morettino, non rosso.

Scherzi a parte si continua, con passione, insieme:  firma anche tu la petizione “Oltre il Ponte”

Annunci

Entry filed under: Comune Unico - Fusione. Tags: , , .

Spilamberto Open Source Lettera aperta a Consiglieri e Cittadini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Iniziano gli eventi legati alla commemorazione del 25 Aprile. Ricordiamo una Spilamberto fatta di uomini e donne coraggiose che nella loggia di una casa colonica a San Vito, in un'ansa del Guerro, in via Santa Liberata, alla Corticella o sulla carreggiata di campagna in una calda sera in via Castellaro, risposero ad una legge più alta di quella in vigore allora. Mandrioli, Cavallotti, Franchini, Bianchini, Bonetti, Calanchi, Malagoli, Castagnini, Giugni e tanti altri. Perché non importa quanti anno hai e non in importa in che anni vivi: quando la Storia bussa, a te spetta la scelta. #resistenza #liberazione
Vinitaly mode on! Portando alta la bandiera delle nostre uve e dei nostri vini! Complimenti ai nostri produttori! 👍🏽🍷🍾🌳🍁#lambrusco #pignoletto #wine #vinitaly
E poi oggi pomeriggio siamo andati a camminare con il @fai per ritrovare le tracce di scavi archeologici che ci hanno riportato a 4000 anni fa (e a conoscere dei bellissimi vitellini dell'azienda agricola La Bontà).
Oggi a Spilamberto va così. Prenditi qualche minuto, chiama qualcuno a cui vuoi bene e vatti a sdraiare là in mezzo con lui o con lei. Quei "piscialetto" e quelle margherite sono lì per voi. 🌼
Oggi abbiamo incontrato Enrico. Coraggioso testimone che partendo dal suo passato ci può aiutare ad aprire gli occhi sul nostro presente e mettere in guardia sul nostro futuro a nord e sud del Mediterraneo. Grazie al comitato genitori e alla scuola per la bella iniziativa fondamentale per i nostri ragazzi.
Per chi non mi ha visto a Roma o altrove ecco, oggi il mio compito era essere qua. Ho pedalato giù dai sassi in fretta e ci sono arrivato in tempo. "In fuga dalla Siria" davvero bello. Anche se adesso non serve a nessuno guadagnare voti gridando al migrante ve la consiglio perché le elezioni passano, i drammi no. Fa pensare. Molto. #refugees Un grande grazie agli organizzatori, sono felice che anche lì ci sia tanta Spilamberto.