Il Consiglio Comunale è diventato un ufficio reclami???

13 ottobre, 2010 at 5:04 pm 1 commento

Dopo più di un anno passato tra consigli comunali con relative commissioni, consigli dell’unione con relative commissioni, seminari (per fortuna senza relative commissioni), forum ecc. sono giunto ad una conclusione eclatante:
In questi incontri la soglia massima di attenzione è all’inizio… almeno la mia.
Cosa facciamo noi nella prima parte del consiglio?
Per quel che riguarda Spilamberto, la prima parte è riservata alle domande urgenti, e dico URGENTI.

Ecco, in media il tempo riservato a queste domande URGENTI è di circa 30 minuti.
I temi, che non possono che essere URGENTI se le domande sono così URGENTI sono i più disparati: paletti del centro storico, buche di via coccola, rotonda della farmacia nuova, rotonda della coop, tubi che spuntano da palazzi del centro, torrione che non suona le ore, orologio del torrione sballato, cannoni antistormo, panchine, parcheggi, lampioni rotti, siepi non potate, muretti pericolosi e così via.

Notare che in media intervengono 4/5 dei 20 consiglier presenti…

Ecco come rischio di ridurmi alla fine del Consiglio Comunale: Sonno!!!

Ora sicuramente sono temi importanti, non credo però che tutti siano prioritari, e non credo nemmeno che per tutti sia quello il luogo più opportuno in cui chiedere chiarimenti. La conseguenza spesso e che ci ritroviamoa parlare di variazioni di bilancio o convenzioni da migliaia di euro a tarda serata quando ormai Orfeo ha rapito le menti di coloro che il giorno dopo dovranno alzarsi alle 7.

Facendo di necessità virtù ho una prposta

1.O spostiamo lo spazio riservato alle domande…URGENTI alla fine del consiglio.

2.Oppure, pensando che sia quanto meno svilente che il consigliere comunale venga visto come una sorta di ufficio reclami dei lavori pubblici, e considerando che ormai i più sono in grado di utilizzare una machina fotografica digitale e un computer, ho inventato un sistemino semplice che potrebbe essere usato dall’amministrazione ma soprattutto, udite udite, da ogni cittadino.
Signore e Signori è con grande onore che vi presento… Il SEGNABUCHE!
L’arma a doppio taglio dell’amministratore , infatti se da un lato evita noiose discussioni durante il consiglio, dall’altro rende pubblica la velocità di risposta dell’amministrazione.

Un rischio che ci sentiamo di correre? Io direi proprio di sì.

Share

Annunci

Entry filed under: Dal Consiglio Comunale, Senza Categoria. Tags: , , .

Dove cavolo sono finiti i 30/40enni??? Dove men si sa, più si sospetta: Realizzato!

1 commento Add your own

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Iniziano gli eventi legati alla commemorazione del 25 Aprile. Ricordiamo una Spilamberto fatta di uomini e donne coraggiose che nella loggia di una casa colonica a San Vito, in un'ansa del Guerro, in via Santa Liberata, alla Corticella o sulla carreggiata di campagna in una calda sera in via Castellaro, risposero ad una legge più alta di quella in vigore allora. Mandrioli, Cavallotti, Franchini, Bianchini, Bonetti, Calanchi, Malagoli, Castagnini, Giugni e tanti altri. Perché non importa quanti anno hai e non in importa in che anni vivi: quando la Storia bussa, a te spetta la scelta. #resistenza #liberazione
Vinitaly mode on! Portando alta la bandiera delle nostre uve e dei nostri vini! Complimenti ai nostri produttori! 👍🏽🍷🍾🌳🍁#lambrusco #pignoletto #wine #vinitaly
E poi oggi pomeriggio siamo andati a camminare con il @fai per ritrovare le tracce di scavi archeologici che ci hanno riportato a 4000 anni fa (e a conoscere dei bellissimi vitellini dell'azienda agricola La Bontà).
Oggi a Spilamberto va così. Prenditi qualche minuto, chiama qualcuno a cui vuoi bene e vatti a sdraiare là in mezzo con lui o con lei. Quei "piscialetto" e quelle margherite sono lì per voi. 🌼
Oggi abbiamo incontrato Enrico. Coraggioso testimone che partendo dal suo passato ci può aiutare ad aprire gli occhi sul nostro presente e mettere in guardia sul nostro futuro a nord e sud del Mediterraneo. Grazie al comitato genitori e alla scuola per la bella iniziativa fondamentale per i nostri ragazzi.
Per chi non mi ha visto a Roma o altrove ecco, oggi il mio compito era essere qua. Ho pedalato giù dai sassi in fretta e ci sono arrivato in tempo. "In fuga dalla Siria" davvero bello. Anche se adesso non serve a nessuno guadagnare voti gridando al migrante ve la consiglio perché le elezioni passano, i drammi no. Fa pensare. Molto. #refugees Un grande grazie agli organizzatori, sono felice che anche lì ci sia tanta Spilamberto.