Dove cavolo sono finiti i 30/40enni???

11 luglio, 2010 at 10:56 am Lascia un commento

“non avere alcuna proprietà
rinnegare l’anima
come i sassi e fili d’erba
non avere identità[…]

non volere mai la verità
ottenere l’aldilà
navigare senza vento
migliorare con l’età”

 

 

“Ilda Curti appartiene a una generazione che ha partecipato ai funerali senza conoscere il morto, a cui è stato chiesto di pulire i tavoli dalle briciole perchè il banchetto era finito, che si sta caricando sulle spalle – insieme a quelle successive – la fatica del “c’era una volta il futuro” e a cui non si risparmia neppure lo sguardo disgustato di una meglio gioventù con i capelli bianchi. A chi spediamo il conto?” scrive appunto Ilda Curti su FB.

A chi spedire il conto?

Io ho 22 anni e appartengo a quella generazione in cui chi ha occhi per vedere cosa succede intorno una mente per capirlo e un cuore che non gli permette di star fermo, si fà in quattro tra politica, volontariato, lavoro ed educazione (propria e dei più giovani) chiedendosi dove cavolo siano finiti i 30/40enni .Ne parlavo ieri sera nelle cucine della festa del PD di Vignola chiedendo alle cuoche 60enni dove fossero i loro figli o, per meglio dire, perchè non fossero lì a darci una mano. Non li hanno forse cresciuti loro?

 

Il peso della Storia

 

Il peso della Storia e la responsabilità che esso comporta sarebbe stato sostenibile se lo si fosse passato di generazione in generazione, ma qui se ne è saltate un paio e i “9,8 m/s2” (accelerazione dei corpi in caduta libera) le nostre spalle li stanno sentendo tutti.

Ecco, se dovessi spedire il conto a qualcuno lo manderei a loro. Sapendo però che sono stati abituati al disinteresse col risultato di scansarsi all’ arrivo della Storia, mi rimbocco le maniche.

Annunci

Entry filed under: Politica Nazionale, Senza Categoria. Tags: , , .

Oltre il Ponte, Insieme: Comune Unico? Il Consiglio Comunale è diventato un ufficio reclami???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Questa mattina la presentazione alla Camera del Festival della Migrazione. Insieme a Migrantes Caritas, Porta Aperta, Università di Modena, terzo settore ed enti locali la prossima settimana daremo vita ad una tre giorni modenesi di approfondimento per andare oltre i facili luoghi comuni. 
Come Comune di Spilamberto insieme a Maranello, Formigine, Modena e Regione abbiamo scelto di sostenere il Festival perché siamo quelli che stanno in mezzo tra la gestione del fenomeno migratorio e l'opinione pubblica. 
Come Umberto, nipote di una profuga somala, non mi sentirei di fare altrimenti. 
Forse non porta voti, ma porta senso. 
Vi aspettiamo! 
Qui il programma: http://www.festivalmigrazione.world/

#politica #migrazione #migranti #viaggio #diritti
#montecitorio #cameradeideputati #parlamento Di bicicletta, sudore e colline.
#mtb #sunshine #igersmodena #igersemilia #trecroci #castelvetrodimodena #marano #terredicastelli Questa mattina a Spilamberto, davanti alla chiesa di Sant' Adriano, si raccolgono le firme per mandare al parlamento questa proposta di legge sull'immigrazione in modo da superare la Bossi-Fini.
--> http://www.radicali.it/campagne/immigrazione/

Una dimostrazione di civiltà! Per favore diffondete e firmate. È molto bello potersi confrontare con persone del genere. #workinprogress
#direzionepd Bellezza, avventura e libertà. Sì, sono soddisfatto, molto.
Spero siate stati bene e vi sia piaciuto. Grazie a tutte le persone che rimboccandosi le maniche l'hanno reso possibile. Da chi ha suonato con la banda per tre giorni con tanto di processione agli uffici e il museo del balsamico, da chi ha fritto ininterrottamente o mescolato mosto per due giorni a chi si è occupato della sicurezza, da chi ci ha fatto sognare coi racconti per bambini e curato vere e proprie opere d'arte, da chi ha pedalato per la prima volta nella sua vita con coraggio e determinazione 40km in mtb per le nostre belle terre a chi ci ha accompagnato e quel percorso l'ha preparato: tutti!
Avete proprio fatto del vostro meglio. Vedervi così mi rende davvero orgoglioso e mi carica di entusiamo.
Ora collasso a letto, buonanotte cara Spilla! #mastcot #passalaparola #acetobalsamicotradizionaledimodena #Spilamberto #grazie