Dove cavolo sono finiti i 30/40enni???

11 luglio, 2010 at 10:56 am Lascia un commento

“non avere alcuna proprietà
rinnegare l’anima
come i sassi e fili d’erba
non avere identità[…]

non volere mai la verità
ottenere l’aldilà
navigare senza vento
migliorare con l’età”

 

 

“Ilda Curti appartiene a una generazione che ha partecipato ai funerali senza conoscere il morto, a cui è stato chiesto di pulire i tavoli dalle briciole perchè il banchetto era finito, che si sta caricando sulle spalle – insieme a quelle successive – la fatica del “c’era una volta il futuro” e a cui non si risparmia neppure lo sguardo disgustato di una meglio gioventù con i capelli bianchi. A chi spediamo il conto?” scrive appunto Ilda Curti su FB.

A chi spedire il conto?

Io ho 22 anni e appartengo a quella generazione in cui chi ha occhi per vedere cosa succede intorno una mente per capirlo e un cuore che non gli permette di star fermo, si fà in quattro tra politica, volontariato, lavoro ed educazione (propria e dei più giovani) chiedendosi dove cavolo siano finiti i 30/40enni .Ne parlavo ieri sera nelle cucine della festa del PD di Vignola chiedendo alle cuoche 60enni dove fossero i loro figli o, per meglio dire, perchè non fossero lì a darci una mano. Non li hanno forse cresciuti loro?

 

Il peso della Storia

 

Il peso della Storia e la responsabilità che esso comporta sarebbe stato sostenibile se lo si fosse passato di generazione in generazione, ma qui se ne è saltate un paio e i “9,8 m/s2” (accelerazione dei corpi in caduta libera) le nostre spalle li stanno sentendo tutti.

Ecco, se dovessi spedire il conto a qualcuno lo manderei a loro. Sapendo però che sono stati abituati al disinteresse col risultato di scansarsi all’ arrivo della Storia, mi rimbocco le maniche.

Annunci

Entry filed under: Politica Nazionale, Senza Categoria. Tags: , , .

Oltre il Ponte, Insieme: Comune Unico? Il Consiglio Comunale è diventato un ufficio reclami???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Un sindaco vorrebbe poter accompagnare sempre e comunque i propri cittadini nei loro desiderata, ma ci sono volte in cui certe strade anche se sembrano le più facili non si possono prendere ed è necessario fermarsi, spiegare e accompagnare anche verso soluzioni più complesse. 
Questo è quello che ho cercato di fare domenica.

Grazie a quanti sono venuti a confrontarsi di persona e non sono rimasti a casa a offendere dietro a una tastiera, grazie alla comunità di San Vito grazie alla Polisportiva San Vito per la fiducia. La strada continua, insieme. 
Qui qualche approfondimento:
--> https://goo.gl/B5oZxu Incendio in vicolo de André: le persone coinvolte stanno bene, quattro sono ricoverate in ospedale,  ma non in gravi condizioni. Le altre famiglie del condominio stanno rientrando ora.
Ringrazio i nostri tecnici, Tubolino, Roli e Simonini la PM, i Carabinieri, VVFF e vicesindaco che sono subito intervenuti. Tre anni fa oggi mi avete scelto come sindaco. Tre anni fa oggi è partita una grande avventura. Poter guidare ed essere custode di una comunità generosa che oggi si trova sul corso per aiutare fratelli terremotati è davvero un grande privilegio. Grazie! #zainoinspalla #Spilamberto Imparare e mettersi in cammino. In una Milano stupenda, una splendida giornata tra #scuolapd e #20maggiosenzamuri Il 17 maggio è la giornata contro l'omofobia, la bifobia e transfobia insomma, la giornata dove si dice chiaramente che il problema è negli occhi di chi discrimina, non di chi ama. Quest'anno sono felice di poter ricordare questa data con questa foto scattata al pride di Bologna il giugno scorso. Andai in rappresentanza di Spilamberto col sostegno del consiglio comunale (cinque stelle astenuti). Credo che anche così Spilamberto stia facendo il suo pezzetto di strada verso l'art.3 della nostra costituzione: una comunità felice perché esisti così che tu possa dare il meglio di te.