Il patto di “In”Stabilità

20 maggio, 2009 at 5:53 pm Lascia un commento

Oggi il comune di Spilamberto come tanti altri in Italia sta subendo le conseguenze del patto di “stabilità” questo provvedimento, approvato al senato dalla maggioranza, impone al nostro comune una serie di tagli agli investimenti pari a 6 milioni di euro. Soldi già destinati agli aiuti per le famiglie bisognose, alla scuola, ai lavori pubblici e ai più comuni servizi.
Inoltre, dopo l’abolizione dell’ICI sulla prima casa, per gli enti locali le entrate si sono sensibilmente ridotte e diventate imprevedibili. L’imposta più federale che ci fosse, abolita dallo stesso governo che del federalismo fa la sua bandiera.
Vi sembra logico?

Chi è il curato e chi il curante?

A me no, in compenso se siete il sindaco di Catania (quindi medico di Berlusconi ) potrete tranquillamente ringraziare i ministri e parlamentari leghisti per non aver mosso un dito contro il provvedimento che ha regalato alla vostra città, oberata da debiti dovuti alla mal gestione, 146 milioni di euro (compresi i nostri?). é questo il federalismo che hanno in mente?
Annunci

Entry filed under: Dal Consiglio Comunale, Politica Nazionale, Senza Categoria. Tags: , , .

Da allevatori evasori a Senatori… Ebbene, mi candido.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Seguimi su Twitter

Spilumstyle

Spilumphotos

Questa mattina la presentazione alla Camera del Festival della Migrazione. Insieme a Migrantes Caritas, Porta Aperta, Università di Modena, terzo settore ed enti locali la prossima settimana daremo vita ad una tre giorni modenesi di approfondimento per andare oltre i facili luoghi comuni. 
Come Comune di Spilamberto insieme a Maranello, Formigine, Modena e Regione abbiamo scelto di sostenere il Festival perché siamo quelli che stanno in mezzo tra la gestione del fenomeno migratorio e l'opinione pubblica. 
Come Umberto, nipote di una profuga somala, non mi sentirei di fare altrimenti. 
Forse non porta voti, ma porta senso. 
Vi aspettiamo! 
Qui il programma: http://www.festivalmigrazione.world/

#politica #migrazione #migranti #viaggio #diritti
#montecitorio #cameradeideputati #parlamento Di bicicletta, sudore e colline.
#mtb #sunshine #igersmodena #igersemilia #trecroci #castelvetrodimodena #marano #terredicastelli Questa mattina a Spilamberto, davanti alla chiesa di Sant' Adriano, si raccolgono le firme per mandare al parlamento questa proposta di legge sull'immigrazione in modo da superare la Bossi-Fini.
--> http://www.radicali.it/campagne/immigrazione/

Una dimostrazione di civiltà! Per favore diffondete e firmate. È molto bello potersi confrontare con persone del genere. #workinprogress
#direzionepd Bellezza, avventura e libertà. Sì, sono soddisfatto, molto.
Spero siate stati bene e vi sia piaciuto. Grazie a tutte le persone che rimboccandosi le maniche l'hanno reso possibile. Da chi ha suonato con la banda per tre giorni con tanto di processione agli uffici e il museo del balsamico, da chi ha fritto ininterrottamente o mescolato mosto per due giorni a chi si è occupato della sicurezza, da chi ci ha fatto sognare coi racconti per bambini e curato vere e proprie opere d'arte, da chi ha pedalato per la prima volta nella sua vita con coraggio e determinazione 40km in mtb per le nostre belle terre a chi ci ha accompagnato e quel percorso l'ha preparato: tutti!
Avete proprio fatto del vostro meglio. Vedervi così mi rende davvero orgoglioso e mi carica di entusiamo.
Ora collasso a letto, buonanotte cara Spilla! #mastcot #passalaparola #acetobalsamicotradizionaledimodena #Spilamberto #grazie